North Carolina lo stato del Basket e Tabacco

Il North Carolina (Carolina del Nord), lo stato più industrializzato del sud­est americano, è uno dei tredici stati originari degli Stati Uniti e conta circa nove milioni di abitanti residenti su un territorio compreso tra le acque dell’Oceano Atlantico e le vette dei monti Appalachi.

La maggior parte del territorio è ancora a forte connotazione agricola, con grandi piantagioni di tabacco che si estendono per chilometri. Geograficamente il North Carolina si divide in tre aree distinte: la costa, la regione del Piedmont e l’area montuosa più interna. La costa offre spiagge favolose, magnifici paesaggi marittimi ed una storia affascinante. La zona centrale del Piedmont è dominata dalle città industriali e dalle istituzioni accademiche del prestigioso “Triangolo della Ricerca”, formato da Raleigh, capitale dello stato e sede della North Carolina State University, Durham, sede della Duke University, e Chapel Hill, cittadina alla moda patria della University of North Carolina università’ che ha avuto tra i suoi illustri atleti niente di meno che sua maestà Michael Jordan. Sui monti Appalachi le uniche città di un certo rilievo, Asheville e Boone, sono luoghi piacevoli da visitare lungo la spettacolare Blue Ridge Parkaway, mentre il Great Smoky Mountains National Park si estende fino ai confini con lo stato del Tennessee. Il North Carolina possiede una storia antichissima, il primo a colonizzarla fu Walter Raleigh, dal quale prese il nome l’attuale capitale dello stato. Divenuta colonia inglese, la Carolina, che inizialmente era formata dagli stati del nord e del sud, si divise definitivamente nel 1730. Alleatosi con le altre colonie, il North Carolina combatté nelle battaglie per la conquista dell’indipendenza, divenendo il dodicesimo stato ad entrare a far parte dell’Unione degli Stati Uniti d’America il 12 maggio 1789. Nel 1861, la Carolina del Nord lasciò gli Stati Uniti ed entrò a far parte degli Stati Confederati nell’ambito della guerra di secessione, i cui risultati vennero pagati a caro prezzo sulla pelle dei suoi abitanti. Lungo la costa del North Carolina si trovano le Outer Banks, le scogliere delle isole barriera che si estendono fino alla Virginia. La più bella città costiera del North Carolina, situata 240 chilometri a sud di Raleigh, è Beaufort particolarmente vivace nelle ore serali, quando aprono bar, ristoranti e locali notturni. Il Piedmont è l’area più industrializzata del North Carolina, con numerose industrie tessili e centri di produzione di tabacco che hanno le proprie sedi qui. La principale zona di interesse è il cosiddetto “Triangolo della Ricerca”, il trio delle città universitarie. Una trentina di chilometri a nord­ovest di Raleigh, Durham si ritrovò alla ribalta nazionale dell’industria del tabacco dopo che il contadino Washington Duke tornò a casa dalla guerra di secessione con l’idea di produrre sigarette. Nel 1890 insieme ai suoi tre figli fondò l’America Tobacco Company, la cui storia è oggi ripercorsa all’interno del Duke Homestead Historical Site. Durham va particolarmente fiera del suo ricco patrimonio di cultura nera.  La progressista Chapel Hill, a sud­ovest della periferia di Durham, è nota a livello nazionale come la patria di band musicali famosissime. La University of North Carolina, risalente al lontano 1789, è stata la prima università statale degli USA. Charlotte è la città più grande e popolosa dello stato, nonostante non possegga grandi attrattive turistiche. A livello sportivo la North Carolina è famosa per la grandissima rivalità del College Basketball tra le squadre dei Duke Blue Devils e i North Carolina Tar Heels rivalità sintetizzata dalla frase “Eight Miles and two shades of blue”, otto miglia e due tonalità di blu.  Le due università sono distanti meno di 15 chilometri ma rappresentano le due facce di uno stato che si divide tra la storia di grandi famiglie (North Carolina University) e gli arricchiti dall’industria del tabacco (Duke) essendo i primi quelli che giocano con la maglia più chiara.

I commenti sono chiusi.