Dallas Mavericks vs Portland Trail Blazers: analisi e recap

Se dopo le prime tre sconfitte, o anche dopo la quarta, non c’era tanta preoccupazione, è giustificato invece averne dopo la quinta sconfitta consecutiva arrivata per Dallas in casa contro i Blazers 105-95. Indiponibili Harris e Bogut (notizia arrivata poco prima dell’inizio della gara per problemi “personali”). I padroni di casa che come sempre in questa stagione partono male e dopo il 6-0 degli ospiti, Carlisle chiama timeout. Reazione per i texani che ricuciono e vanno in vantaggio 24-19 (6 punti è il massimo vantaggio avuto in 5 partite), ma qualche distrazione a fine quarto e la tripla sulla sirena di Napier fissano il punteggio sul 26-26. Nel secondo quarto Dallas mantiene il vantaggio all’inizio con Barea e un and-one di Nowitzki (34-28), ma Portland si tiene a galla con Aminu e Crabbe. Il primo tempo termina 55-52 per Portland. Il terzo quarto è quello dove Dallas paga l’assenza di Nowitzki per infortunio, e Portland ne approfitta e con le triple di Lillard e Harkless va avanti fino al 78-62 con la tripla di Aminu. Da qui a fine quarto, proprio come a Utah, c’è una reazione di Dallas che trovano nel tunisino Mejri l’energia di difendere e attaccare i Blazers: per Salah arrivano 6 punti, per Barea una tripla e per Curry il canestro del 76-79 che chiude il terzo periodo di gioco. Nel quarto quarto si continua a cavalcare Mejri che fa una schiacciatona per il 78-79 e Dallas fallisce anche la tripla del sorpasso con Acy. Da qui alla fine è una grande prestazione di Lillard che segna 15 punti nel quarto quarto e crea per i vari Turner e Plumlee. Per Dallas da segnalare soltanto la doppia doppia di Barnes da 17 e 10 rimbalzi e la buona prestazione di Barea con 23 punti e 6 assist. Per Portland invece 42 punti con 12-18 al tiro e 5-6 da 3 per Lillard, per Aminu 12 e 10 e per Plumlee 19 punti.

Mar 20, 2016; Dallas, TX, USA; Dallas Mavericks center Salah Mejri (50) yells as he reacts to a dunk in the fourth quarter against the Portland Trail Blazers at American Airlines Center. The Mavs beat the Trail Blazers 132-120 in overtime. Mandatory Credit: Matthew Emmons-USA TODAY Sports

Finisce 105-95 con Dallas che incassa la quinta sconfitta stagionale e che apre una ‘crisi’. Infatti non sono buone le notizie dall’infermeria: oltre a Harris che verrà rivalutato la prossima settimana per l’infortunio all’alluce, è di poche ore fa la notizia che Nowitzki perderà almeno una settimana per il utizzarsi del dolore al tendine d’Achille, perdendo almeno le partite con Bucks, Lakers e Warriors. Di questa situazione hanno parlato Carlisle e lo stesso Nowitzki a fine partita.

Carlisle: “Dirk sarà fuori almeno una settimana, dovremo affrontare questo momento, la cosa più importante è la sua salute”

Nowitzki: “Sono già a 38 anni, non bello se vanno così le cose. Giocare su una gamba non aiuta nè me stesso nè la squadra. Speriamo possa andare meglio fra qualche giorno, ma per ora siamo a questo punto. Non conviene trascinarselo dietro, è meglio prendere qualche giorno di riposo. Niente in particolare ha riaggravato la situazione, non mi sono sentito bene mentre mi muovevo”

La situazione a Dallas non è rosea. Se ci aggiungiamo che già Williams aveva avuto un problema all’inguine e Bogut non ha giocato, possiamo solo sperare che non si aggravino le situazioni e che si riescano a portare a casa alcune vittorie. Sicuramente il calendario non aiuta infatti ecco le prossime squadre da sfidare: Milwaukee, Lakers, Warriors, Knicks, Boston, Memphis, Orlando, due volte con San Antonio, Clippers, Cleveland e Pelicans. Se non cambierà il trend, finire Novembre con 3 W non è poi un’ipotesi così remota.

Precedente Davvero Tim Duncan è stato la miglior ala forte moderna? Successivo Dallas Mavericks vs Milwaukee Bucks: analisi e recap